settembre 2014

22/09/2014
Scozia: «Basta tabù, Renzi ritiri ricorso contro referendum Veneto»

ROMA – “Ora parlare di indipendenza non sarà più un tabù. La lezione di democrazia della Scozia sia di esempio a Renzi: invitiamo il premier a ritirare, da subito, il vergognoso ricorso contro i referendum consultivi approvati dal consiglio regionale veneto”.
Dopo la consultazione scozzese e in occasione della Festa dei Popoli Padani di Cittadella (nella foto) i parlamentari leghisti ‘sfidano’ il premier a eliminare l’opposizione alla delibera di palazzo Balbi, che sancisce i referendum per l’indipendenza e l’autonomia del Veneto.

Leggi

18/09/2014
Referendum, la Lega “marcia” su Palazzo Chigi

ROMA – Alla vigilia del voto sull’indipendenza scozzese, la Lega Veneta chiede che sia data voce anche ai cittadini veneti.
C’erano tutti i parlamentari del territorio – e non solo – questa mattina davanti a Montecitorio per una simbolica “marcia su palazzo Chigi”, con bandiere col Leone di San Marco, striscioni, magliette e cartelli.

Hanno chiesto “libertà di parola per il popolo Veneto”, polemizzando “con un governo che vuole soffocare la voce dei cittadini”. Il riferimento è alla decisione, assunta dal consiglio dei ministri l’8 agosto scorso, di impugnare la legge regionale sul referendum consultivo, deliberata da palazzo Balbi.

Leggi

17/09/2014
Bisinella a Tgcom24: «Renzi non ha ancora prodotto nulla, meglio andare al voto»

ROMA – Oggi Patrizia Bisinella ospite di Tgcom24, a “Dentro i Fatti”, condotto da Luca Rigoni, per parlare di riforme, lavoro e voto anticipato. Si è iniziato col dibattito inerente l’abolizione dell’articolo 18. «L’articolo 18 è un tema molto delicato e va affrontato senza farne un totem – ha affermato Bisinella –. Una disciplina rigida non va bene, c’è bisogno di rendere più flessibile il mercato del lavoro, ma rendere il mercato più elastico non significa non garantire tutele ai lavoratori. Abbiamo sentito annunci finora, sono passati dei testi in commissione e come Lega abbiamo fatto proposte concrete. La legge Fornero ha creato danni enormi, ad esempio, ne chiediamo l’abrogazione e proprio per questo abbiamo raccolto milioni di firme, ma abbiamo anche proposto misure alternative per garantire occupazione. Eppure siamo ancora inascoltati per quanto riguarda gli esodati, che non hanno reddito da lavoro e non hanno pensione: non è possibile che si lascino platee di lavoratori senza reddito».

Leggi

17/09/2014
Protesta Lega, tra i banchi senatori mangiano gelato. Bisinella offre un cono a Renzi

ROMA – Singolare protesta al termine dell’intervento del presidente del Consiglio Matteo Renzi: i senatori della Lega Nord hanno mangiato un cono gelato. Inizialmente, poco prima che il premier terminasse di parlare, Roberto Calderoli teneva in mano un cono in plastica, poi, però, lui ed i colleghi hanno tirato fuori un vero e proprio gelato. Il presidente del Senato Pietro Grasso ha fatto intervenire i commessi che hanno tolto i coni dalle mani dei senatori leghisti.

Ma così non è stato, almeno subito, per la senatrice Patrizia Bisinella: prima che i commessi le togliessero il cono di mano, ha attraversato l’emiciclo, avvicinandosi ai banchi del governo ed offrendo il gelato Matteo Renzi. Quest’ultimo, divertito, ha declinato l’invito ad assaggiarlo con un sorriso.

17/09/2014
Bisinella replica a Renzi su presentazione programma dei “1000 giorni” – Video

ROMA – “…Le faccio anche notare che laddove abbiamo un settore che traina, quello dell’export, con una politica economica ed estera assolutamente sconsiderata e scellerata, lei sta facendo danni gravissimi alla nostra economia. Parlo delle sanzioni assurde alla Russia, che costeranno ben 1,8 miliardi di euro al nostro export, in particolare a quello della Regione Veneto.

Ripeto, l’unico settore in ripresa e che sta agendo da traino. In questi giorni prodotti agricoli non più esportabili stanno marcendo nei depositi, gli imprenditori licenziano i dipendenti, gli agricoltori non sanno come fare e le commesse vengono ritirate grazie ad un’azione miope ed autolesionistica del suo Governo, che invece di difendere il made in Italy è pronto a soccombere ai desideri della Merkel, di un’Europa di banchieri e burocrati che fanno gli interessi di grandi potenze commerciali e non difendono i nostri prodotti”. (Applausi dal Gruppo LN-Aut).

Leggi

17/09/2014
«Da Renzi svolta ipercentralista, affosserà il paese: faccia esprimere i veneti»

ROMA – “Sulla scorta di quanto sta accadendo in Scozia, Renzi permetta anche al Popolo Veneto di esprimersi sulla propria autodeterminazione e metta da parte tutti quei rigurgiti ipercentralisti che stanno caratterizzando il suo mandato e che affosseranno definitivamente il paese.

Nell’informativa di oggi come al solito non ha detto nulla di concreto ma solo le solite vuote promesse che sentiamo ogni giorno da sei mesi a questa parte. Nemmeno l’ombra di riforme che cambino significativamente la vita dei cittadini e delle imprese, sempre prono a Bruxelles non ha fornito nessuna garanzia di rimodulazione dei vincoli europei che strozzano l’economia reale, nessun aiuto agli enti locali virtuosi, nessuna stretta alle spese di quelli spreconi, nemmeno una parola sulla chiusura degli enti inutili come le prefetture, nemmeno l’ombra della ormai improcrastinabile sburocratizzazione.

Renzi continua imperterrito la stagione degli annunci, promettendo riforme prive di sostanza e addirittura senza  copertura che aumentano il debito pubblico e che lasceranno una voragine nei conti dello stato. Il premier pur essendo molto giovane è il perfetto rappresentante della prima repubblica, senza per altro averne la caratura politica: tante promesse per nulla”.

Leggi

12/09/2014
Alitalia, Lega: «Azienda tuteli personale di Verona e Venezia»

ROMA – “Alitalia è in procinto di chiudere le basi di Venezia e Verona destinando il personale addetto alla navigazione negli ultimi hub rimasti a Roma e Milano. Abbiamo chiesto al governo se nella fase della trattativa intercorsa per l’acquisizione di Alitalia fossero emerse intenzioni di ridimensionamento delle rotte da parte del vettore, e se non ritenga opportuno evitare che scelte unilaterali della compagnia aerea possano creare eccessivi disagi al personale di Alitalia attualmente impiegato presso le basi di Venezia e Verona”.

Leggi

12/09/2014
Lega con Sap: «Noi con le forze dell’ordine, governo con criminali e clandestini»

ROMA – “Renzi ha bloccato i contratti delle forze dell’ordine per dare soldi a clandestini e criminali”.
Il gruppo parlamentare del Carroccio appoggia la battaglia del Sap. Oggi una delegazione leghista di Camera e Senato ha firmato la
petizione proposta dal sindacato. I contenuti riassunti nello slogan: “Meno tasse, più sicurezza. Riduciamo le forze di polizia e riformiamo la sicurezza”.

Leggi

05/09/2014
Rischio ebola in Veneto, Bisinella interroga ministro della Salute

TREVISO – Dopo l’allarme lanciato ripetutamente a livello internazionale, anche in Veneto si sono rafforzate le misure preventive rispetto all’ebola. Alle aziende sanitarie regionali è stato inviato il protocollo con le indicazioni operative per rispondere ai casi di sospetta malattia e per un’adeguata prevenzione, che nei giorni scorsi sono servite a Padova, dove si è verificata la presenza di due casi che presentavano sintomi compatibili con quelli dell’ebola.

Leggi

01/09/2014
Embargo russo: «Aziende in ginocchio, stop alle sanzioni dell’Europa»

TREVISO – Stop immediato alle sanzioni dell’Unione Europea alla Russia: è questa l’unica strada da perseguire secondo la senatrice della Lega Nord Patrizia Bisinella per evitare la chiusura di una miriade di aziende locali. La parlamentare trevigiana interviene sull’argomento alla luce dell’incontro tenutosi questa mattina nella sede del Consiglio Regionale del Veneto a Palazzo Ferro Fini a Venezia, dove i politici veneti sono stati chiamati per un confronto sul grave problema dell’embargo russo sui prodotti agroalimentari italiani.

Leggi