novembre 2015

10/11/2015
L.STABILITA’, FARE!: “DETRARRE IL 50% DELL’ISCRIZIONE DEI FIGLI A SCUOLA”

“Detrazione del 50% delle spese sostenute dai genitori per l’iscrizione dei figli alle scuole paritarie del sistema integrato nazionale dell’istruzione pubblica”. Lo chiede la senatrice di Fare! Patrizia Bisinella, assieme alle colleghe Raffaela Bellot ed Emanuela Munerato, attraverso un emendamento alla legge di Stabilità. “Al Governo abbiamo chiesto pure che l’abolizione delle tasse sulla prima casa venga estesa agli immobili di proprietà o in uso alle scuole paritarie, che si tratti di asili nido, scuole per l’infanzia o scuole primarie. Inoltre” sottolinea la senatrice tosiana “fino a che non andrà a regime il nuovo sistema delle aree vaste provinciali, abbiamo agito affinché vengano garantiti gli interventi effettuati dalle singole province in materia di edilizia scolastica, tema fortemente sentito in tutto il Paese”.

10/11/2015
PENSIONI, FARE!: “RESTITUZIONE DEI CONTRIBUTI VERSATI DA ‘SILENTI’”

“Restituzione dei contributi versati dai cosiddetti ‘silenti’, cioè da coloro che hanno versato per qualche anno ma che non arrivano all’età della pensione. Il Governo non può ignorare che quei soldi, i contribuenti, allo Stato li hanno comunque versati”. Lo hanno chiesto le senatrici di Fare! Emanuela Munerato, Patrizia Bisinella, e Raffaela Bellot, con un emendamento alla legge di Stabilità.

Leggi

04/11/2015
PENA RIDOTTA A MAURIZIO FALCIONI, SEN. BISINELLA (FARE!): «CHI MASSACRA DI BOTTE LA FIDANZATA RIDUCENDOLA IN COMA NON MERITA SCONTI. SOLIDERIETA’ A FAMIGLIA RAGAZZA»

«Trovo scandalosa la riduzione di quattro anni della pena inflitta a Maurizio Falcioni, l’uomo condannato in primo grado a 20 anni ed oggi a 16 dalla prima Corte d’Appello di Roma». Lo afferma la senatrice di “Fare!” Patrizia Bisinella.

«Falcioni ad inizio 2014 aveva picchiato con violenza inaudita l’allora fidanzata Chiara Insidioso Monda, ridotta in coma per diversi mesi ed ancora sottoposta a pesanti cure per le conseguenze di quanto accaduto – prosegue -. Il pronunciamento del tribunale di oggi, oltre che infliggere un duro colpo ai famigliari della ragazza, già duramente provati, non fa che alimentare la sfiducia nei confronti del sistema giudiziario: il segnale che viene dato va esattamente in senso contrario rispetto alla direzione presa con l’iter legislativo avviato riguardo i “femminicidi”. Sconti di pena non si addicono a persone che si macchiano di simili reati. Non posso che unirmi al dolore della famiglia della povera ragazza, a cui esprimo la mia solidarietà».

03/11/2015
Agricoltura, intervento in Senato su fondi Pac bloccati – Video

03/11/2015
STRAPPATE MAPPE PER CIECHI IN STAZIONE A MONTEBELLUNA, BISINELLA CONDANNA: «SI TROVINO I RESPONSABILI»

MONTEBELLUNA (TREVISO) – «Non posso che condannare quanto accaduto alla stazione di Montebelluna dove dei vandali hanno danneggiato le mappe ed i dispositivi per i ciechi: auspico che i responsabili vengano rintracciati e chiamati a risarcire il danno». Lo afferma la senatrice di “Fare!” Patrizia Bisinella, che oggi si è messa in contatto con Massimo Vettoretti, presidente dell’Unione Italiana Ciechi ed Ipovedenti di Treviso, alla luce del post di condanna pubblicato da quest’ultimo su Facebook ieri sera con relative foto.

Leggi
Pagina 3 di 3123