04/08/2015
ACCISA SULLA BENZINA. ON.PRATAVIERA (FARE!): «AUMENTARE TASSE È CONTRARIO ALL’AUTONOMIA». SEN.BISINELLA (FARE!): «REFRONTOLO ESEMPIO DA NON SEGUIRE».

«Zaia “non vorrebbe introdurre l’accisa sul carburante” (non più 5 centesimi al litro, ora addirittura 7,5) per far fronte ai danni provocati dal tornado che ha devastato la Riviera del Brenta? Bene, non lo faccia. Perché l’aumento delle tasse è contrario alla lotta per l’autonomia del Veneto. Non possiamo accettare di continuare a mettere le mani nelle tasche dei cittadini perché lo Stato non trova soluzioni. L’autonomia si persegue davvero, non si urla in piazza. I veneti sono stanchi di essere usati come bancomat». Così il deputato veneziano di Fare!, Emanuele Prataviera.

«La malagestione del caso di Refrontolo» aggiunge la senatrice trevigiana di Fare!, Patrizia Bisinella, «è l’emblema di come non andrebbero mai affrontate vicende di questo tipo. Mancano ancora 4 milioni di indennizzo ai privati, soldi che il Presidente in un anno intero di tempo almeno in parte poteva recuperare tra i fondi regionali, e ci sono stati colpevoli ritardi da parte della Regione Veneto nella gestione dell’emergenza, ma quando c’è da fare passerella le istituzioni sono sempre ben dritte in prima fila. Altro che “pancia a terra”».