14/02/2016
BISINELLA A SCARDELLATO: «SU IMMIGRATI LEGA INCOERENTE. BASTA DEMAGOGIA CHE NON CONCLUDE NIENTE»

ODERZO (TREVISO) – «Chi è l’incoerente sulla questione profughi? Io, che da sempre cerco di tutelare i nostri cittadini coi fatti e nelle sedi preposte – e non con la sterile demagogia – o la candidata leghista Maria Scardellato, abile solo a dire “no” durante le fiaccolate? Non è stato nel 2003, con l’allora Governo di centrodestra a guida Berlusconi, che venne sottoscritto il Regolamento Dublino II, in base al quale l’Italia, così come qualsiasi altro Stato contraente, si è impegnata a prendersi in carico i profughi che sbarcano sulle nostre coste? E non è stato poi l’allora ministro dell’Interno Maroni, nel 2011, a seguito della crisi libica, a dire che ogni Regione avrebbe dovuto fare la propria parte nell’accoglienza dei profughi? E non è stato poi Zaia a dichiararsi subito pubblicamente disponibile ad accogliere la propria parte di immigrati, come da articoli più che noti di quel periodo? E sempre Zaia, perché nel bilancio regionale complessivo di 17,4 miliardi ha stanziato solo 1,6 milioni di euro, cioè la miseria della decimillesima parte, per la sicurezza dei nostri concittadini?

Questi sono i dati reali. Per non parlare dell’odio di Salvini verso Alfano – “il ministro dell’immigrazione clandestina” – salvo poi allearsi con lui e con Ncd alle amministrative di Milano. Io sono coerente col mandato verso i cittadini, la Lega da indipendentista nel Veneto è diventata nazionalista  a Roma. E allora mi domando: cos’ha fatto la Lega per i propri concittadini? Io cerco di lavorare e di dare risposte concrete per la gestione del  problema, loro con i loro slogan cosa pensano di risolvere?».

Così la senatrice di Fare! Patrizia Bisinella.