24/06/2016
BREXIT, BISINELLA (FARE!): «EFFETTI GRAVI PER LE NOSTRE IMPRESE E PER L’ECONOMIA VENETA»

«L’allarme lanciato qualche giorno fa dalla Coldiretti di Treviso sui rischi per l’export del Prosecco e più in generale sulle esportazioni del settore agroalimentare verso la Gran Bretagna era più che motivato, anche se la speranza era che alla fine il referendum non decretasse l’uscita della nazione dall’Unione Europea. Temo che gli effetti per le nostre imprese ci saranno e non saranno indifferenti, visto che, per fare un esempio, la Gran Bretagna è diventata nel 2016 il primo mercato di sbocco dello spumante italiano». Così la senatrice trevigiana di “Fare!” Patrizia Bisinella.

«Preoccupa molto il clima di grande incertezza che ora regna riguardo le conseguenze che ci saranno a breve e lungo termine, dal punto di vista economico e finanziario, ma soprattutto di tenuta del sistema, anche sociale – afferma ancora Bisinella -. Ora l’Europa, con questo ulteriore dato, deve ripensare se stessa, senza perdere altro tempo, e tutti gli stati membri, Germania in testa, devono comprendere che è necessario un cambio deciso di rotta verso una politica europea che sappia esprimere una linea comune di maggiore condivisione e coesione sociale, con più attenzione alle esigenze di crescita delle popolazioni e meno al rigore dei bilanci».