02/10/2014
«La Francia sfida l’Europa? Facciamolo anche noi»

ROMA – Patrizia Bisinella questa mattina in diretta su La7 alla trasmissione “Coffee Break” condotta da Tiziana Panella.

«Non c’è differenza tra i governi di Monti, quello di Letta o di Renzi – ha affermato Bisinella -. Sono stati tutti e tre imposti e non si è passati per l’elezione diretta da parte dei cittadini. Col rigore e la tenuta dei conti pubblici i cittadini sono stati massacrati da tasse su tasse. Ma che cosa si è fatto per loro? Niente. Noi, come oppositori, siamo per la concretezza e diciamo che questo governo chiacchiera: nelle aule parlamentari di cose che cambino la situazione e puntino a rilanciare l’economia finora non ne sono state fatte».

È una buona notizia che la Francia sfidi l’Europa sui conti pubblici? «Certo, mi sembra un tentativo di recupero di sovranità quello che la Francia sta facendo rispetto all’Europa. Anche noi dovremmo tentare di recuperare la nostra sovranità, auspico che anche questo governo si faccia sentire in Europa: finora non l’ha fatto. Dica all’Europa di investire sulla crescita, non si parli solo di rigore: governo Renzi sveglia!».

L’articolo 18? «È un falso problema: la discussione è stata messa lì per nascondere le magagne che ha il mondo del lavoro. Il problema non è articolo 10 o no, che ricordo riguarda solo i lavoratori occupati, ma dare la possibilità alle aziende di assumere e la gente che non ha lavoro. Bisognerebbe invece ridurre la tassazione ed il cuneo fiscale, lasciando alle aziende la libertà di poter occupare».

 

RIVEDI LA PUNTATA DI “COFFE BREAK” SUL SITO DI LA7 >>