08/01/2015
Legge elettorale: «No a corse inutili, priorità a lavoro e anti-terrorismo» – Video

ROMA – “Questa legge elettorale è un frettolosa rincorsa verso il niente. Le corse si fanno per i problemi veri. E oggi i veri problemi si chiamo lavoro, rilancio economico e sicurezza dei nostri cittadini. Proprio oggi, la strage di Parigi, impone di bloccare, con assoluta priorità, l’immigrazione clandestina”.

A dirlo, oggi, la senatrice leghista Patrizia Bisinella, contestando l’iter dell’approdo in aula dell’Italicum: “La discussione in commissione è stata improvvisamente interrotta dopo neanche un mese d’attività: una forzatura inopportuna e sconsiderata. Per opporci a questa scandalosa censura parlamentare abbiamo presentato oltre 15mila emendamenti, chiedendo al governo di accompagnare le riforma elettorale a quella costituzionale, per metterci al riparo da ogni problema di legittimità”.

Bisinella ha espresso la necessità di una riforma elettorale “meditata e seria che dia la possibilità ai cittadini di scegliere i propri rappresentanti e che non penalizzi le opposizioni, espressioni di una consistente ‘fetta’ del paese”. “La sfida della nuova legge elettorale sarà quella di riavvicinare i cittadini alle istituzioni, eliminando del tutto le nomine di partito”.