14/03/2016
MACROREGIONE TRIVENETA. BISINELLA (FARE!): “NUOVA LEGA NORD BUGIARDA E CONTRO I VENETI”

«È l’ennesima presa in giro nei confronti dei veneti. La prova provata che alla nuova Lega Nord ormai non interessa un bel nulla del bene dei propri cittadini. Non appoggiare o addirittura boicottare il percorso di nascita della Macroregione del Triveneto, cui hanno dato il via illustri giuristi, economisti e imprenditori, sindaci e amministratori locali di ogni schieramento politico, significa rinnegare la propria storia, cestinare decenni di battaglie (sostenute evidentemente solo a parole) leghiste». Così la senatrice di Fare! Patrizia Bisinella in merito alle dichiarazioni rilasciate alla stampa dal neosegretario della Liga Veneta Gianantonio Da Re.

«E pensare che solo nel 2013 la Lega fece campagna elettorale per le politiche e per le regionali in Lombardia (portando a vincere Maroni) puntando proprio sulle Macroregioni e sul trattenimento del 75% delle risorse sul territorio. Da Re con le sue parole mostra di abbracciare non le battaglie che vanno a vantaggio di tutti i veneti, ma solo quelle che di volta in volta fanno più comodo al proprio tornaconto elettorale, arrivando a rinnegare se stesso senza un minimo di vergogna» prosegue Bisinella.

«Del resto è arrivato addirittura ad inviare una mail a tutti i propri amministratori invitandoli a non partecipare al convegno di sabato scorso a villa Pisani. La differenza tra noi e loro» conclude la senatrice «è che noi siamo sempre rimasti e rimarremo sempre convinti federalisti e autonomisti e nel caso Zaia riesca (o voglia) mai a indire il referendum, seppur semplicemente consultivo, sull’autonomia, noi non esiteremo ad appoggiarlo. Loro, invece, per sterili giochi di partito, perdono la grande occasione di sostenere nell’interesse del popolo veneto l’unica strada realisticamente percorribile – sancita dall’articolo 132 della Costituzione – verso una maggiore autonomia del Veneto. Hanno il tempo di incontrare il Comitato dei promotori e farsi convinti, auguro loro di non sottrarsi a questa opportunità».