24/09/2015
MENSA DI MOGLIANO, SEN. BISINELLA (“FARE!”): «EVITARE CONTRASTI TRA COMUNE E GENITORI, I MINORI VANNO TUTELATI»

MOGLIANO – «Le famiglie vanno responsabilizzate, non è giusto che chi deve pagare faccia il furbo lasciando il figlio a scuola sapendo che tanto usufruirà del servizio mensa lo stesso pur non avendo pagato, perché così si grava ingiustamente sulle spalle di tutti. Allo stesso tempo, però, toni minacciosi e da ultimatum non si addicono alla comunicazione tra un sindaco ed i genitori dei bambini del suo Comune». Esprime preoccupazione per il caso della mensa scolastica di Mogliano (Treviso) la senatrice di “Fare!” Patrizia Bisinella, alla luce della notizia che i genitori non in regola con il pagamento della mensa scolastica potrebbero essere denunciati per abbandono di minore.

«La situazione mi è stata segnalata per il malcontento che sta creando e mi rendo conto che potrebbe sfociare in contrapposizioni tra pubblica amministrazione e famiglie potenzialmente dannose per quella comunità e gli stessi bambini – prosegue Bisinella -. Per questo auspico si arrivi presto ad una soluzione che riesca a mettere tutti d’accordo. Forse potrebbe essere rappresentata da formule alternative, come ad esempio il pagamento per un numero di pasti scelto mese per mese, anziché di una somma da anticipare tutta insieme, e facilitazioni per famiglie bisognose o rateazioni nei pagamenti.

Questo a patto comunque che rimanga un punto fermo: le differenze di trattamento ed ingiustizie dovute al fatto che qualcuno approfitta del sistema a danno del Comune e quindi di tutti i cittadini non possono essere tollerate. Auspico si evitino tensioni, dannose soprattutto su temi che riguardano famiglia e servizi scolastico e sociale. La prima tutela da rivolgere è sempre ai minori».