08/05/2014
Mura di Castelfranco, Bisinella al Pd: «Soldi bloccati dai loro referenti nazionali»

CASTELFRANCO VENETO – «Per quanto non intenda entrare in sterili polemiche sollevate dal Partito Democratico di Castelfranco, che si sente evidentemente già in campagna elettorale, faccio presente, per informazione ai cittadini, che l’iter per arrivare alla liquidazione dei fondi che mi sono impegnata a far destinare alla salvaguardia delle mura della città è in corso, ma risente delle lungaggini e della burocrazia tipiche di questo paese». Lo precisa la senatrice della Lega Nord di Castelfranco Veneto Patrizia Bisinella, capogruppo in Commissione Affari Costituzionali.

Tra somme derivanti dall’Otto per mille dell’Irpef e somme che rientrano nell’ambito del Decreto Cultura approvato dal governo Letta, per le mura di Castelfranco sono stati individuati 800mila euro, che però non vengono liquidati.

«Il Pd castellano si permette di criticare il Comune e la Regione, ma forse non ricorda di essere partito di maggioranza degli ultimi tre governi – afferma Patrizia Bisinella – Sto facendo pressione al governo Renzi, come del resto fatto col precedente a guida Letta, per avere risposte e i contributi che ci spettano. Sarebbe molto gradito, anziché perdersi in chiacchiere inutili, un aiuto concreto da parte degli esponenti locali del Pd: che si interfaccino coi loro referenti politici a livello nazionale per raggiungere il risultato cui sto cercando a mia volta di arrivare».

«A fronte delle istanze già avanzate dal sindaco e dall’amministrazione comunale di Castelfranco a ben tre loro ministri per la tutela dei Beni Culturali, alle quali la sottoscritta ha aggiunto pressioni a Palazzo Chighi e al Ministero dell’Economia,  sono per ora giunte solo rassicurazioni e non fatti – conclude la parlamentare castellana – All’occorrenza possono parlare chiaro la documentazione tecnica e le risposte giunte alle mie richieste di liquidazione».