News

27/02/2015
Milleproroghe: “Ennesima dimostrazione dell’incapacità del governo”

23/02/2015
Chiusura uffici postali: «Ascolto a sindaci, siano loro a fornire dati su esigenze dei territori»

CONEGLIANO – «Il provvedimento che impone la chiusura di quindici uffici postali in provincia di Treviso va bloccato subito e va avviato un tavolo di confronto coi sindaci dei territori coinvolti». Lo dichiara la senatrice della Lega Nord Patrizia Bisinella, questa mattina presente all’incontro con sindaci e parlamentari trevigiani all’Auditorium “Dina Orsi” di Conegliano.

 

«Appoggio il documento preparato dai sindaci che richiede la sospensione del provvedimento – afferma Bisinella -. Abbiamo verificato, e lo sostengono giustamente anche i rappresentanti diretti dei cittadini, che i criteri di valutazione per i tagli decisi da Poste Italiane non sono corretti. Ci sono infatti sportelli che servono più frazioni, venendo incontro alle esigenze di un numero maggiore di utenti rispetto a quanti pensa invece Poste Italiane, che peraltro fa riferimento soltanto a criteri lineari legati a numero di abitanti ed “incasso” a sportello. Va tenuto conto della presenza di attività produttive, dell’incidenza della popolazione anziana e della fruibilità del servizio in base alla collocazione dei singoli uffici: solo chi conosce il territorio può dare indicazioni in questo senso. Proprio per questo va avviato immediatamente un tavolo di confronto tra Poste Italiane, Governo, Conferenza delle Regioni ed Associazione dei Comuni, in particolare per la provincia di Treviso: devono essere gli stessi territori a fornire informazioni – realistiche – rispetto alle necessità della popolazione per la resa migliore e più efficiente di servizio all’utenza».

Leggi

20/02/2015
«Immigrati a Treviso, gestione assurda: colpa di Pd e Ncd, è il bue che dà del cornuto all’asino»

TREVISO – «Trovo vergognoso che chi ha la responsabilità politica della situazione ingestibile creatasi a Treviso ora se la prenda col prefetto Maria Augusta Marrosu». Lo dichiara la senatrice trevigiana della Lega Nord Patrizia Bisinella, commentando gli episodi degli ultimi giorni a Treviso collegati alla gestione degli immigrati; il riferimento è agli esponenti politici locali che hanno preso posizione contro la stessa Marrosu.

Leggi

14/02/2015
«Un arrestato già oggi dopo due giorni è fuori. E il governo che fa? Depenalizza i reati»

TREVISO – «Già ora chi delinque in Italia sa che se lo arrestano dopo due giorni è fuori. E il governo cosa fa? Depenalizza i reati».

Lo sottolinea la senatrice Patrizia Bisinella nel corso di un’intervista a Radiovenetouno condotta da Mattia Zanardo (nella foto insieme), che andrà in onda lunedì 16 febbraio alle 10 ed in replica alle 14,30 e alle 17,30.

Leggi

12/02/2015
Poste: «No a chiusura sportelli trevigiani, subito concertazione coi comuni»

TREVISO – «Trovo inaccettabile il nuovo piano di riorganizzazione di Poste Italiane: invito il ministro competente ad attivarsi per favorire il dialogo coi territori coinvolti». Lo afferma la senatrice trevigiana della Lega Nord Patrizia Bisinella, che sul caso della chiusura degli uffici postali veneti ha presentato un’interrogazione urgente al ministro per lo Sviluppo economico Federica Guidi.

Il piano nazionale comunicato recentemente da Poste Italiane prevede, a partire dal prossimo 13 aprile, la chiusura di 46 uffici postali in Veneto, 15 dei quali nella sola provincia di Treviso, e l’apertura a giorni alterni di molti altri, ritenendoli “improduttivi” o “diseconomici”, nonostante lo Stato italiano eroghi cospicui contributi in favore Poste Italiane per l’erogazione dei servizi essenziali.

Leggi

09/02/2015
Regionali: «Situazione ancora fluida, ma la Lega può farcela da sola»

TREVISO – «Condivido il fatto che la Lega da sola avrebbe il consenso della gente, forse l’essere così lineari e precisi e mettere in campo delle civiche che possano raccogliere i voti dispersi da Forza Italia ed Ncd potrebbe essere un percorso chiaro e che ci premierà».

Lo ha detto la senatrice della Lega Nord Patrizia Bisinella registrando la puntata della trasmissione XNEWS di Antenna Tre in onda lunedì 9 febbraio alle 21.

Detto questo, l’importante è riuscire a mantenere la guida del Veneto. Alla luce della cena di ieri sera tra Salvini e Berlusconi potrebbe essere che alla fine Lega e Forza Italia si presentino ancora insieme. «Salvini deve tastare il terreno e capire quali siano le vie praticabili – ha detto Bisinella -. Quello che dobbiamo fare è tenerci la regione, non possiamo consegnarla al renzismo, che fa solo danni».

Leggi

05/02/2015
«Salta il patto del Nazareno? Meglio» – Da Agorà su Rai Tre

ROMA – Meglio che salti il patto del Nazareno… Lo ha sottolineato la senatrice della Lega Nord Patrizia Bisinella intervenendo in diretta alla trasmissione di Rai Tre “Agorà” questa mattina.

«Berlusconi deve rendersi conto che non può competere con Renzi e che serve la ricostruzione dell’area di centrodestra per creare una vera alternativa allo stesso Renzi – ha affermato Bisinella -. Deve consentire che all’interno del proprio partito venga condivisa una democrazia interna per il rinnovamento: apprezzo quello che sta facendo Fitto per evitare il crollo del consenso. Se il patto del Nazareno saltasse sarebbe meglio… A questo punto noi siamo gli unici che rappresentano un’alternativa alle politiche di Renzi: possiamo essere davvero un punto fermo da cui partire, l’importante è che ora Forza Italia faccia una scelta di campo».

Leggi

04/02/2015
«Riflettori su Mattarella e intanto il governo depenalizza 157 reati»

TREVISO – Mentre i riflettori erano puntati sul discorso di Mattarella il governo ha gettato le basi per depenalizzare moltissimi reati. Lo ha sottolineato questa mattina la senatrice della Lega Nord Patrizia Bisinella intervenendo in diretta alla trasmissione “Buongiorno Venetouno”, dell’emittente trevigiana Radiovenetouno, condotta ad Emanuele Spironello.

«Lo denunceremo a partire da oggi in tutte le sedi – ha detto Bisinella –. Il governo, nel silenzio generale dell’attività parlamentare e coi riflettori puntati sul discorso di Mattarella, ha fatto approvare la depenalizzazione di 157 tipologie di reati, puniti fino a cinque anni di carcere, comprendendone quindi anche di gravi, come i furti, le rapine, le truffe e lo stalking ad esempio. Vengono depenalizzati, in taluni casi non si prevederà più di scontare la pena in carcere. Cosa che viene fatta passare sotto silenzio, perché si sa altrimenti che ci sarebbe la rivolta dell’opinione pubblica. È la conferma che questo governo è incapace di garantire ordine pubblico e sicurezza, e per questo motivo chiediamo che il ministro dell’interno si dimetta.

Per risolvere il problema del sovraffollamento carcerario non si pensa a mettere in atto una seria edilizia carceraria, magari riutilizzando immobili dello Stato o degli enti locali in disuso, ma si aprono semplicemente le porte delle carceri, con migliaia di persone rimesse in libertà che poi tornano a delinquere. Non si mettono in campo politiche serie di controllo delle frontiere, non vengono attuati respingimenti ed espulsioni di chi commette reati… Faremo battaglia su questo alla ripresa dei lavori parlamentari».

Leggi

03/02/2015
Offese ai veneti di Oliviero Toscani, Lega: «Benetton ubriachi quando gli affidarono pubblicità?»

TREVISO – “Oliviero Toscani si ricordi che deve la sua fama a una famiglia veneta, i Benetton che, a giudicare dai fatti, forse erano davvero ubriachi quando gli hanno affidato le proprie campagne pubblicitarie. Se personaggi come Oliviero Toscani rappresentano l’anima culturale della sinistra, si capisce bene perché la sinistra è morta”.
Così i parlamentari leghisti veneti (i deputati Matteo Bragantini, Filippo Busin, Roberto Caon, Marco Marcolin ed Emanuele Prataviera e i senatori Raffaela Bellot, Patrizia Bisinella, Emanuela Munerato, Erika Stefani, Paolo Tosato) dopo le parole pronunciate dal fotografo.

Leggi

31/01/2015
«Mattarella? Altro che cambiamento, abbiamo la sinistra Dc al potere»

ROMA – «Alla faccia del cambiamento tanto decantato da Renzi, oggi si è certificato il ritorno della balena bianca, abbiamo la sinistra Dc al potere». Questo il commento della senatrice trevigiana della Lega Nord Patrizia Bisinella rispetto all’elezione a Presidente della Repubblica di Sergio Mattarella.

«Abbiamo assistito al risultato frutto delle pressioni della sinistra del Pd su Renzi, costruito nei corridoi dei palazzi, che porta al Quirinale un uomo oscuro al popolo – continua Bisinella -. Mattarella sarà anche un giurista capace con senso delle istituzioni, ma del tutto rispondente a quel vecchio sistema della politica “Prima Repubblica”, di De Mita e Cirino Pomicino, cui dobbiamo la catastrofe dei conti pubblici e del debito del nostro Paese.  Risultato di cui sono stati complici da un lato l’inerzia di Forza Italia, ormai completamente sfaldata, e dall’altro l’ininfluenza di Ncd».

Leggi
Pagina 30 di 47« Prima...1020...2829303132...40...Ultima »