04/11/2014
Sblocca Italia, Bisinella: «Renzi espropria potestà legislativa a camere»

ROMA – “Il governo Renzi e’ vergognoso e grottesco, ancora una volta espropria la potesta’ legislativa del Parlamento. Poco fa in Commissione Affari costituzionali la maggioranza, arrampicandosi maldestramente sugli specchi, ha approvato il parere di costituzionalita’ sul decreto-legge sblocca-italia che e’ invece totalmente illegittimo e per certo aprira’ la strada a molteplici contenziosi davanti alla Corte costituzionale”. Lo afferma in una nota Patrizia Bisinella, capogruppo in commissione affari costituzionali a Palazzo Madama per la Lega Nord.

“Sono gravissime le violazioni costituzionali che la Lega Nord ha evidenziato: e’ privo della copertura finanziaria ai sensi dell’art. 81 della Costituzione, e’ in contrasto con la normativa comunitaria e usurpa competenze delle Regioni e degli enti locali. E’ stato approvato – spiega Bisinella – con il colpevole ed evidente imbarazzo del Pd. Ci sono stati concessi per l’esame di questo provvedimento, solo pochi giorni con l’annuncio gia’ dato dal governo dell’apposizione dell’ennesima fiducia. Il decreto in realta’ sarebbe da chiamare ‘blocca-italia’ perche’ complichera’ i rapporti tra Stato e Regioni, paralizzando la realizzazione di opere pubbliche attese e necessarie.

Le risorse destinate per la realizzazione delle opere dichiarate indifferibili, urgenti e cantierabili, ripartite fino al 2020, sono pari soltanto a 39 milioni di euro per il 2013 e 26 milioni di euro per il 2014, mentre viene rimandato agli anni a venire lo stanziamento di risorse piu’ imponenti. E’ evidente la presa in giro. Noi della Lega – conclude Bisinella – ci opporremo”.