20/10/2015
STOP AL SUSSIDIO PER GLI ARTIGIANI, BISINELLA SI ASSOCIA ALLE CATEGORIE TREVIGIANE: «INGIUSTO IL TAGLIO PREVISTO DAL JOBS ACT»

TREVISO – «Tagliare gli ammortizzatori sociali alle imprese artigiane rappresenta una penalizzazione ingiusta, che mette in crisi centinaia di famiglie nella sola provincia di Treviso: avevano contato su un’entrata fino a fine anno che purtroppo di punto in bianco è venuta a mancare». Si associa alla presa di posizione delle associazioni artigiane trevigiane la senatrice di “Fare!” Patrizia Bisinella rispetto al taglio dei sussidi riservati alle imprese del settore in crisi previsto dall’ultimo decreto attuativo del Jobs Act.

«Secondo quanto rilevato dai rappresentanti degli artigiani trevigiani, sono circa cinquecento i lavoratori nel settore che si ritroveranno a non ricevere più l’ammortizzatore che era previsto fino al 31 dicembre prossimo, quando invece erano stati rassicurati ed avevano di conseguenza pianificato i loro bilanci familiari e d’impresa – prosegue Bisinella -. Nella legge di stabilità e nei provvedimenti economici che il governo presenterà a partire dal Senato mi farò interprete delle istanze espresse dalle categorie interessate per cercare quantomeno di garantire una parte  del sostentamento che è venuto improvvisamente a mancare, con conseguenze immaginabili sulle aziende e sui lavoratori».