14/02/2015
«Un arrestato già oggi dopo due giorni è fuori. E il governo che fa? Depenalizza i reati»

TREVISO – «Già ora chi delinque in Italia sa che se lo arrestano dopo due giorni è fuori. E il governo cosa fa? Depenalizza i reati».

Lo sottolinea la senatrice Patrizia Bisinella nel corso di un’intervista a Radiovenetouno condotta da Mattia Zanardo (nella foto insieme), che andrà in onda lunedì 16 febbraio alle 10 ed in replica alle 14,30 e alle 17,30.

«L’atteggiamento del governo Renzi è vergognoso: fa finta che la depenalizzazione di oltre cento reati sia qualcosa di poco conto – attacca Bisinella -. Invece si tratta di una cosa molto grave, per di più fatta passare in maniera subdola, mentre i riflettori erano puntati sul discorso in aula da parte del neoeletto Presidente della Repubblica Mattarella. Si tratta di un atto che non approda in aula, senza dibattito pubblico, e quindi fatto passare nel silenzio generale.

Ricevuto il parere delle commissioni il governo può procedere: in pratica ha fatto quello che ha voluto senza alcun problema. Nei reati depenalizzati rientrano addirittura l’abbandono di persone incapaci, l’abuso d’ufficio, il furto, maltrattamenti, corruzione, danneggiamento e persino l’impiego di minori nell’accattonaggio, oltre al vilipendio di tombe e di cadaveri. Sono stati depenalizzati e definiti come lievi, nel senso che sta alla discrezione del giudice stabilire quando il reato possa essere perseguito in base alla sua tenuità. Per chi li subisce, però, tutto sono fuorché reati di lieve entità. Tutto questo è stato fatto senza far capire nemmeno che cosa accadrà nei processi in corso. E per cosa? Non si riesce a risolvere il problema del sovraffollamento carcerario, e allora si aprono le porte delle stesse carceri».

 

Nel corso dell’intervista radio la parlamentare trevigiana parlerà di varie altre cose. Una delle più contingenti e che tocca in modo particolare il territorio veneto è la chiusura di decine di uffici postali nei paesi, lasciando senza servizio i cittadini. E poi, ancora sull’operato del governo, il nulla di fatto per far ripartire l’economia e per sburocratizzare il Paese. Quindi gli equilibri in vista delle elezioni regionali. Lega con Forza Italia? Lega da sola? Infine uno dei temi più cari al Carroccio: l’autonomia del Veneto. Ci si potrà mai arrivare?